Giochi da tavolo fai da te : qualche consiglio

Quanto costa un gioco da tavolo? Un gioco in scatola anche molto, specie se ben fatto e colmo di “estensioni” per completarlo.

Tavolta invece può non costare nulla : l’elemento fondamentale nell’attività dei giochi di società è basare l’intera meccanica su un idea originale.

Magari vi sarà capitato fra le mani un gioco fra tanti e pensare “Perché non ci ho pensato io?”.

Ed è di questo che scriviamo oggi,  incoraggiandovi nella direzione di un gioco da tavolo fai da te.

Da cosa iniziare?

Si può sfruttare ogni elemento che ci capita fra le mani in casa. Poco ci vuole per creare una plancia di gioco, ancor meno per mettere a disposizione qualche pedina ed altri segnalini.  Un cartone, plastica, e un sacco di fantasia per completare l’atmosfera.

Bisogna pensare a qualche piccola cosa essenziale. Eccole di seguito

1° : Che gioco da tavolo hai in mente di creare?

Più è complicato, più sarà difficile creare delle regole precise.

I giochi di strategia, ad esempio, sono fra i più complicati da regolamentare. Un gioco con un intreccio  narrativo è invece più semplice. E’ sufficiente che la storia sia coinvolgente.

Il più semplice in assoluto è il tipico gioco che si basa sul concetto dell’oca, una semplice corsa all’ultimo numero.

2° Quanti giocatori deve avere un gioco da tavolo fai da te ?

Niente di male nel creare una plancia di gioco enorme, ma che ovviamente possa raccogliere i giocatori giusti, affinando così un’esperienza di gioco sufficientemente scorrevole.

3°  Quante regole è bene stabilire ?

Come scrivevamo poco fa un gioco può essere complesso, ma deve avere a disposizione un sistema di regole chiare e comprensibili.

Non è escluso che bisogni anche pensare a come punire un giocatore laddove barasse, o come frenare un avversario che riuscisse a portarsi avanti con un vantaggio troppo elevato sugli altri.

4° Equilibrare il livello di gioco per tutti.

Non serve scervellarsi, talvolta è sufficiente copiare, adattando idee da altri giochi da tavolo.

Se non avete intenzione di rendere il vostro gioco pubblico, ma adottarlo con una stretta cerchia di amici, nulla vieta che si possa prendere in prestito qualche idea nota.

L’importante è arrivare ad un mix divertente.

5° La fase fondamentale : i test

Un gioco da tavolo fai da te deve coniugare una semplice idea con la passione per la socialità: un altro passaggio utile potrebbe infatti essere quello di regolamentare il gioco in gruppo.

In ogni caso non sarà il risultato finale non sarà completo senza una sufficiente fase di test, nella quale ci si può confrontare su eventuali modifiche che lo rendano più credibile, e avvincente.

Perchè vi deve essere il divertimento prima di tutto!